Prima casa comprata all’asta: subito la richiesta del bonus.

Posted on Posted in Notizie generali

Se un immobile viene acquistato in un’asta giudiziaria la richiesta dello sconto prima casa va fatta prima delle registrazione dell’atto, pena la nullità della domanda. L’indicazione arriva da una direttiva interna dell’agenzia delle Entrate.

Prima casa acquistata all’asta, la volontà dichiarata per tempo.

Se l’immobile è acquistato in un’asta giudiziaria, la richiesta di applicazione dello sconto prima casa va fatta prima della registrazione dell’atto. Pena la nullità della domanda stessa e l’impossibilità di riparare in un secondo momento. Lo ribadisce l’Agenzia delle Entrate in una direttiva diramata a uso interno per la gestione del cospicuo contenzioso in materia.

L’agevolazione prima casa si scontra con gli acquisti con atti giudiziari (a differenza di quanto di solito accade, e cioè che l’acquisto prima casa si effettua con un contratto). Si pensi: . all’acquisto con decreto a seguito di un’asta giudiziaria, ad esempio in esito a una procedura esecutiva; . al caso, meno frequente, dell’acquisto a seguito di sentenza di esecuzione in forma specifica dell’obbligo di contrarre, in base all’articolo 2932 del Codice civile.

Fonte: IlSole24Ore