Cedolare secca al 21% per gli affitti commerciali.

Posted on Posted in Notizie generali

La manovra «prevede una flat tax per gli affitti con l’introduzione di una cedolare fissa al 21% sui nuovi contratti di affitto. degli immobili commerciali, come i capannoni». In poche parole la cedolare secca è una imposta sostitutiva di Irpef e addizionali varie, applicata ai redditi da locazione di un immobile.

Su questi contratti non si pagano imposta di registro e di bollo dovute per registrazioni, risoluzioni e proroghe dei contratti di locazione. Il contribuente, in questo caso chi affitta un locale commerciale, dal primo gennaio 2019 dovrà solo pagare una imposta «fissa» del 21%. C’è però una condizione per ottenere questo risparmio.

Chi sceglie questo regime fiscale dovrà rinunciare alla facoltà di chiedere, per tutta la durata del contratto, l’aggiornamento del canone o il suo adeguamento al paniere Istat, fattore che diversamente sarebbe invece previsto.

Fonte: LaVerità